OK NOT OK: La sorpresa dei Radiohead per gli amanti del retrocomputing

Il 16 Giugno del 1997 i Radiohead pubblicano il loro terzo album: Ok Computer. Questo album fu un vero successo: i Radiohead si spinsero verso generi più sperimentali e molti di noi hanno sempre nella testa i grandi successi di questo album: Karma Police, No Surprises, Paranoid Android.

Il 22/23 Giugno di questo anno, a 20 anni di distanza, i Radiohead hanno pubblicato OKNOTOK : una versione rimasterizzata di OK Computer in occasione del ventennale e che include numerosi bonus e canzoni inedite. La versione più interessante di questo album è la Boxed Edition che contiene 3 dischi in vinile, artwork vari, un libretto di appunti di Tom Yorke e… una musicassetta C90 sulla quale sono presenti demo e registrazioni varie… più qualcosa di molto interessante!

Sulla musicassetta, alla fine, è possibile udire il classico suono che molti di noi erano abituati ad ascoltare negli anni ’80 durante i caricamenti dei giochi su Commodore64 / ZX Spectrum / Amstrad CPC464 … E in effetti si tratta proprio di un programma per lo ZX Spectrum della Sinclair, l’eterno rivale del Commodore64.

Il programmino in questione non fa nulla di che: viene visualizzata una schermata con i nomi dei componenti del gruppo e la data 19 Dicembre 1996 che dovrebbe essere quella in cui OK Computer fu completato e quindi un messaggio di ringraziamento (with all our love). Segue una funzione di randomizzazione che visualizza caratteri colorati a caso sullo schermo.

Se già nel 2017 non è proprio semplice trovare un buon registratore per ascoltare la musicassetta (ma chi di noi non ha almeno un walkman in soffitta?) figuriamoci trovare uno ZX Spectrum e ricordarsi di come lanciare il programma (ma dopotutto esistono associazioni in Italia che si occupano proprio di preservare la memoria dei vecchi computers ;) ). Su Reddit ovviamente si è scatenato un bellissimo post e alla fine un utente è riuscito ad eseguire il dump del programma e ne ha registrato l’output video da un emulatore:

Molte notizie italiane si sono fermate a questo ma c’è qualcosa di più. L’utente di reddit MaciejKorsan che ha “scavato” in questa fantastica sorpresa ha scoperto dell’altro: all’interno del listato del programma è nascosto un messaggio normalmente non visibile perchè scritto in nero su sfondo nero, ma è possibile leggerlo utilizzando un editor esadecimale:

Fonte: https://medium.com/@maciejkorsan/how-to-run-secret-zx-spectrum-message-from-radioheads-oknotok-c90-tape-795bfd429ba1

Il messaggio recita: “congratulations….you’ve found the secret message syd lives hmmmm. We should get out more” (congratulazioni…hai trovato il messaggio nascosto – syd vive – hmmmm. Dovremmo rivelare qualcosa in più). Penso che “Syd Lives” si riferisca sicuramente a Syd Barrett. L’utente MaciejKorsan nel suo post spiega anche come estrarre il programma e farlo girare su un emulatore.

Perchè i Radiohead hanno scelto uno ZX Spectrum? Probabilmente prima di tutto perchè sono inglesi così come la Sinclair, poi si ipotizza anche che il motivo risieda nel fatto che il bitrate dello ZX Spectrum sulla cassetta fosse il più elevato dei computer dell’epoca per cui per salvare un programma è necessaria una minore quantità di nastro rispetto a quella usata, ad esempio, dal Commodore 64 e in questo caso era necessario dato che la cassetta contiene comunque delle tracce audio ed era rimasto poco spazio alla fine.

Ad ogni modo i Radiohead non sono i primi a fare un giochetto del genere, nel 1983 Chris Sievey incluse in un album un programma per lo ZX81.

Fonti

Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.


  1. Ancora nessun commento.

Devi essere collegato per lasciare un commento.

  1. Ancora nessun trackback
Settorezero.com e il logo Zroid™ ©2007÷2017 Giovanni Bernardo - E' vietata la copia e la distribuzione anche parziale dei contenuti di questo sito web senza l'esplicito consenso dell'autore. I contenuti di settorezero.com sono distribuiti sotto una licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non Opere derivate 2.5 Italia e sono soggetti alle condizioni definite nel disclaimer. Settorezero.com e tutti i suoi contenuti sono tutelati dalla legge sul diritto d'autore per cui i trasgressori sono perseguibili a norma di legge. Settorezero fa uso dei cookie leggi l'informativa estesa. Il tema di questo sito è basato sul tema Fusion per wordpress, realizzato originariamente da digitalnature e fa uso del plugin Wassup per il computo delle statistiche. Per contattare l'autore siete pregati di utilizzare la sezione contatti. Siamo presenti anche su Facebook e, meno assiduamente, anche su Twitter - Tumblr - Google+ - Blogspot - Youtube.
Creative Commons BY-NC-ND 2.5