Creative Commons BY-NC-ND 2.5Questo sito e tutto il suo contenuto sono distribuiti sotto la licenza Creative Commons Attribuzione - Non Commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia e con le condizioni d'uso definite nel disclaimer: siete pregati di leggere entrambi questi documenti prima di usufruire dei contenuti di questo sito. Per alcuni contenuti è necessaria una registrazione gratuita: non è necessario pagare e non è necessario accumulare punteggi per accedere agli articoli e scaricare i sorgenti: basta solo essere onesti. Se volete che questo sito continui a rimanere attivo, a contribuire ogni giorno alla diffusione della cultura libera, non copiate il materiale per ripubblicarlo in altri luoghi. Se volete partecipare su settorezero e rendere le vostre idee, i vostri progetti, fruibili da tutti senza limitazioni potete farlo tranquillamente.

2 Relay Board – Scheda con 2 relè per uso generico

Autore: Giovanni Bernardo | Data pubblicazione: 10 maggio 2011
Categorie: Progetti

In questo articolo vi illustro un circuito semplicissimo e molto banale: una scheda con due relè.  Un circuito dai mille usi, semplice da realizzare e alla portata di tutti. Si tratta di una scheda direi indispensabile: capita spesso che durante i nostri lavoretti di domotica con i Picmicro abbiamo bisogno di qualche relè per controllare una lampada, un motore o altro e avere una scheda già pronta a portata di mano può semplificare di molto il lavoro.

Lo schema è quello classico, fatto per funzionare a 5V, con qualche aggiunta:

Qui è mostrata una sola sezione. Ho omesso il connettore dei segnali, lo schema completo lo potete scaricare in fondo all’articolo. Da una MCU (un picmicro, Arduino o quello che volete voi) arriva l’impulso positivo alla resistenza R2, il transistor Q1 viene mandato in saturazione e permette il flusso di corrente attraverso la bobina del relè K1 che si eccita e chiude tra X1-2 e X1-1 (contatto NO). D1 serve come sempre a scaricare a massa la corrente inversa generata dalla bobina del relè. L’accensione del relè viene segnalata mediante un led da 3mm.

Il relè utilizzato ha un package abbastanza comune: Eagle cad lo indica come G5LE. Il modello in mio possesso è prodotto dalla TTi e riporta la sigla TRU-5VDC-FB-CL:

In ogni caso di relè con questa piedinatura ne esistono svariati, allego il datasheet di quello che ho usato io in fondo all’articolo. Potete usare anche relè a 12, 18, 24V purchè abbiano la stessa piedinatura, basta che vi ricordate di cambiare la resistenza sul led se non lo volete friggere!

La basetta è abbastanza piccola, misura circa 6×5 cm:

Come ottenere un PCB del 2Relay Board

Chi richiede un PCB del 2 Relay Board contribuisce alle spese di gestione di settorezero.com. Il contributo richiesto è di €7, comprensivo di spese di spedizione con posta ordinaria (PCB fornito senza componenti). €5 per ogni altro PCB del 2Relay Board aggiuntivo. Il PCB è realizzato con il metodo della fotoincisione su basette Bungard FR4, singola faccia, e forato con punte in Widia su trapano a colonna.

Prima di procedere seguite le istruzioni riportate nella pagina servizi.

Galleria fotografica

Sulle piste che arrivano ai terminali a vite ho passato un po’ di stagno in maniera da aumentare la corrente sopportabile

Downloads

PDFDatasheet Relay TTi TRU (562.31 kB - 1448 downloads)
PDFRelay Board RB01 - schema e pcb (28.51 kB - 195 downloads)
L'articolo ti è piaciuto o ti è stato utile per risolvere un problema? SettoreZero è realizzato soltanto con contenuti originali: tutti gli articoli sono curati con passione dagli autori e nulla viene copiato da altri siti. Supporta e mantieni in vita SettoreZero con una donazione: basta soltanto un caffè o una birra. Puoi supportare SettoreZero anche con uno dei progetti elencati nella sezione servizi o partecipare anche tu con un tuo articolo/progetto personale.

Se desiderate che SettoreZero continui a rimanere gratuito e fruibile da tutti, non copiate il nostro materiale e segnalateci se qualcuno lo fa.

Puoi andare alla fine dell'articolo e lasciare un commento. I trackback e i ping non sono attualmente consentiti.

  1. #1 da Francesco il 10 maggio 2011

    A volte le cose “banali” non ci sono mai quando ti servono, ottimo lavoro!

    • #2 da Giovanni Bernardo il 10 maggio 2011

      Ma guarda è quello che ho pensato io… Ieri avevo urgente bisogno di una schedina con 2 relè… piuttosto che fare il circuito su millefori ho detto ora mi prendo un po di tempo in piu, mi ci metto e lo faccio… è un oggetto sempre utile.

      • #3 da Akuryu il 11 maggio 2011

        Una curiosità, come hai ottenuto il disegno del tuo logo sul pcb? tramite una meticolosa sapienza o hai importato un immagine ?

        • #4 da Giovanni Bernardo il 11 maggio 2011

          Nessuna delle due. Essendo il mio un logo “pixelloso”, l’ho disegnato come se fosse il footprint di un componente, creando una libreria. Per importare bitmap dovrebbe esserci uno script che lo fa e ti genera il logo come un insieme di punti piccolissimi

  2. #5 da Fabio il 31 ottobre 2011

    grazie dell’articolo, molto interessante.
    Vorrei sapere se lo schema proposto può essere utilizzato anche per relè con una bobina diversa da 5V (ad esempio 12V) separando le due alimentazioni: 12 V per la bobina e 5V per il led di segnalazione? Quando il transistor viene mandato in saturazione il led si accende e la bobina si eccita.
    Non ho avuto modo di provare la cosa ma provo a rispondermi da solo. Da considerazioni elettriche la cosa dovrebbe funzionare proprio in quanto c’è un led per la segnalazione e quindi qualcosa che si comporta come un diodo e quindi impedisce problemi con la maggiore tensione di 12V. Se per segnalazione luminosa, al posto ell led, ci fosse stata un’ipotetica lampadina a 5V probabilmente la cosa non avrebbe funzionato. Può essere corretto?
    Grazie e un saluto
    fabio milano
    P.S. avevo preparato uno schemino con Designspark per esprimermi meglio non è possibile allegare qualcosa alle domende?

    • #6 da Giovanni Bernardo il 31 ottobre 2011

      Se hai notato, il led viene comandato dalla stessa tensione della bobina, per cui la tensione che alimenta la bobina del relè, OVVIAMENTE, alimenta anche il led. Basta soltanto sostituire il relè con un modello a 12V e cambiare la resistenza del led con una di valore più elevato, puoi mettere una resistenza da 1K

Devi essere collegato per lasciare un commento.

  1. Ancora nessun trackback
settorezero.com e il logo Zroid™ ©2007÷2015 Giovanni Bernardo - E' vietata la copia e la distribuzione anche parziale dei contenuti di questo sito web senza l'esplicito consenso dell'autore.
I contenuti di settorezero.com sono distribuiti sotto una licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non Opere derivate 2.5 Italia a cui vanno aggiunte le condizioni d'uso definite nel disclaimer.
settorezero.com e tutti i suoi contenuti sono tutelati dalla legge sul diritto d'autore per cui i trasgressori sono perseguibili a norma di legge. Settorezero fa uso dei cookie leggi l'informativa estesa.
Creative Commons BY-NC-ND 2.5
Il tema di questo sito è basato sul tema Fusion per wordpress, realizzato originariamente da digitalnature e fa uso del plugin Wassup per il computo delle statistiche. Per contattare l'autore siete pregati di utilizzare la sezione contatti.
Per essere aggiornato con tutte le novità di settorezero.com seguici anche anche su Facebook Twitter Tumblr Blogspot Youtube.