Riposa in pace, Jack

 

Ieri, proprio nel giorno di Pasqua, se n’è andato un altro grande uomo. Un’ altra persona che con il suo intuito e il suo ingegno ha influenzato in maniera significativa la storia dell’home computer.

Jack Tramiel, fondatore della Commodore, è morto ieri all’età di 83 anni in California. Attualmente non sono state rese note le cause della morte. Tramiel è stato principalmente un uomo d’affari. E’ passato dalle calcolatrici meccaniche a quelle elettroniche e infine agli home computer seguendo l’idea di Chuck Peddle di abbandonare le calcolatrici e dedicarsi piuttosto ai computer. E’ sopravvissuto ai campi di concentramento nazisti.

Ora senza di lui, probabilmente nemmeno io starei qui a scrivere articoli sull’elettronica embedded dato che il suo Commodore64, l’oggetto al quale più di tutti sono affezionato, è stata la scintilla che ha aperto la mente a milioni di persone a tuffarsi in questo mondo così affascinante… fatto di macchine create dall’uomo, che eseguono programmi scritti dall’uomo e… che spesso si prendono gioco di noi, facendoci impazzire settimane intere.

Addio Jack, e grazie per tutte le cose grandiose che hai contribuito a diffondere e creare.

https://csdb.dk/release/?id=107996

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su un social:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Se l'articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, potresti dedicare un minuto a leggere questa pagina, dove ho elencato alcune cose che potrebbero farmi contento? Grazie :)