Riparazione e recupero dati dagli Hard-Disk Seagate e Maxtor che presentano gli errori 0LBA e BSY

Giovanni Bernardo | 17 giugno 2010
Categorie: Elettronica e IOT - Hacking - Hardware PC

Alcuni Hard Disks della Seagate, e di conseguenza anche altri della Maxtor (che ha acquistato la Seagate tempo fa) hanno fatto andare nel panico non poche persone facendo temer loro di aver perso tutti i propri dati.  Il pc, infatti, da un giorno all’altro, non riconosce più l’hard disk oppure lo riconosce ma con dimensioni di 0Mb (!).

In ogni caso l’accesso al disco, e quindi ai preziosi dati in esso contenuti, non è più possibile. Il problema è causato da un bug del firmware.

Gli Hard Disks che presentano questo problema appartengono alle seguenti serie:

Seagate Barracuda 7200.11
Seagate Barracuda ES
Seagate Pipeline HD
Seagate SV35
Maxtor DiamondMax 22 STMxxxx

Ovviamente non tutti gli hard disk appartenenti a tali serie devono essere necessariamente difettosi e non si esclude che altri hard disk, non appartenenti a queste elencate, possano presentare il problema. In particolare il difetto non si presenta più sugli HD di tali marche aventi una data di produzione superiore al 12/01/2009, data in cui è stata rilasciata una versione del firmware corretta. Il difetto, inoltre, non si presenta con hard disk in moto, ma si verifica unicamente dopo uno spegnimento e una successiva riaccensione. In parole povere il firmware indirizza l’accesso dell’hard disk in una posizione inesistente, per cui il disco si mette automaticamente in blocco e si possono verificare due distinti “sintomi”:

  • Errore 0 LBA : L’hard disk viene riconosciuto all’avvio ma identificato come un disco da 0Mb
  • Errore BSY : L’hard disk si trova in uno stato “occupato” (BuSY), per cui non all’avvio non viene rilevato

Il problema può essere risolto sbloccando l’hard disk manualmente facendo uso di appositi strumenti hardware e software. I due sintomi andranno risolti in maniere differenti. Ovviamente questa operazione non è alla portata di tutti e c’è il rischio di rendere l’hard disk inutilizzabile e quindi di perdere i propri dati in maniera definitiva, senza possibilità di recupero.

Vi rimando all’articolo completo che ho pubblicato su Droids: http://www.droids.it/cmsvb4/content.php?212-Riparazione-Hard-Disks-Seagate-e-Maxtor-con-i-nostri-adattatori-seriale-TTL

Premetto che tali procedure non ho avuto modo di provarle personalmente per cui per eventuali domande e chiarimenti dovrete rivolgervi ai siti linkati nell’articolo originale. Tuttavia le procedure di sblocco sono molto semplici e richiedono ovviamente una certa pratica.



Questo articolo ti è stato utile? Ti ha permesso di risolvere un problema o di migliorare le tue applicazioni? Ci lavori? Ti ha permesso di scrivere la tua tesina? Ti ha semplicemente fatto spendere un po' del tuo tempo in maniera costruttiva? Allora clicca il banner qui sotto:


Settorezero.com è un blog personale di Giovanni Bernardo aperto dal 25 Ottobre 2007. Non è una testata giornalistica né un sito a carattere commerciale.
Settorezero.com, il logo Zroid™ e la tagline "Play embedded electronics™" sono copyright ©2007÷2019 Giovanni Bernardo.
La navigazione su settorezero.com e la fruizione dei contenuti ivi presenti sono soggette ai seguenti Termini di utilizzo - Informativa sulla privacy - Utilizzo dei Cookie.
Il tema di questo sito è basato sul tema Fusion per wordpress, realizzato originariamente da digitalnature e fa uso del plugin Wassup per il computo delle statistiche.
Per poter contattare il gestore del sito potete utilizzare la sezione contatti o inviare una email a gianni[at]settorezero[dot]com.
Per seguire gli aggiornamenti del blog Settorezero, oltre al feed RSS, puoi anche seguire la pagina Facebook o iscriverti al canale Telegram.
Su Twitter, invece, pubblico un po' di tutto e, quando mi va, uso anche Tumblr - Google+ - Blogspot - Youtube.