Programmare i PICmicro in ambiente Linux

Come dice il titolo, presentiamo qui una guida sull’utilizzo degli strumenti di programmazione Open Source per i picmicro in ambiente Linux.

La guida è disponibile in formato PDF e fa parte di un corso di programmazione attualmente seguito dagli studenti dell’ Istituto Superiore Faravelli.

In questa prima parte viene descritta l’installazione di 3 tool di base in ambiente linux: Geany (un editor con evidenziazione della sintassi), SDCC (Small Devices C Compilercompilatore C open source) e PK2CMD (che servirà a caricare il programma compilato in HEX sul picmicro mediante il Pickit2).

Scriveremo quindi con Geany un piccolo programma di test, che prevede il lampeggio di un led su un PIC18F4550, lo compileremo con SDCC e lo caricheremo sul PIC usando il PICKit2 e PK2CMD, tutto da riga di comando. Imparati questi fondamenti base, passeremo all’esplorazione di PIKLAB, un IDE open source che ci permette di integrare tutti i nostri strumenti di sviluppo senza passare per la riga di comando.

Per cominciare è bene avere a portata di mano: il Pickit2, un PIC18F4550 con una scheda di sviluppo (consigliata la Freedom II) o, se siamo in grado di costruirla, va bene anche una scheda autocostruita su breadboard o su millefori. Utili per approfondimenti sono il corso di programmazione PICMicro in C presente qui su Settorezero.com e il corso C18 step by step di Mauro Laurenti.

Download

Programmare i PICMicro in ambiente Linux mediante software Open Source - Parte 1 (4787 download)

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su un social:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Se l'articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, potresti dedicare un minuto a leggere questa pagina, dove ho elencato alcune cose che potrebbero farmi contento? Grazie :)