Avere Supercar nel garage di casa propria: non ha prezzo!

supercar_kitt_marco_valleggiSi chiama Marco Valleggi, è di Pisa e di mestiere fa il tecnico informatico. Ha realizzato un sogno, che forse è un po’ anche quello di tanti ragazzi che hanno vissuto appieno gli anni ’80.

Ha costruito, da solo, con le sue mani, una replica perfetta di K.I.T.T., ovvero quella fantastica Pontiac Trans AM dell’82 che tutti in Italia conosciamo sotto il nome di Supercar: la macchina intelligente, pilotata da Michael Knight (David Hassellhoff) al servizio della “Fondazione” per combattere il crimine, protagonista della famosa serie televisiva, diffusa in America col nome di Knight Rider e in Italia come Supercar.

E’ vero, esistono tantissime repliche di Supercar in giro, ma quella di Marco è perfettamente identica all’originale, come la si vede nel telefilm: tutte le parti dell’auto che la rendono così appariscente non sono soltanto lucine colorate che fanno bip! E’ tutto perfettamente funzionante! L’auto risponde ai comandi vocali, è possibile gestirne le funzioni dall’esterno tramite cellulare (via bluetooth o in remoto usando internet), vi è un computer centrale che gestisce interamente tutte le funzioni dell’auto. Tutti i display, i led e gli indicatori vari, sono collegati a funzioni reali, a differenza di molte repliche in cui le luci e i comandi sono soltanto elementi decorativi privi di qualsivoglia funzione.

supercar_kitt_marco_valleggi2

Il car-pc utilizzato per realizzare il computer centrale è stato completamente stravolto per renderlo uguale (se non migliore!) al “cervello” che è alla base di K.I.T.T.  Sul pc vi sono 3 porte parallele che gestiscono altrettante schede a relè per poter controllare varie funzioni dell’auto. Il software (o meglio I software, perchè non è uno solo!) che sono alla base del funzionamento di questa auto spettacolare, sono stati scritti dallo stesso Marco (molti sono realizzati in VB6), in commercio non troverete niente del genere: il tutto è frutto di un lavoro certosino e di una passione senza eguali.

Il computer è collegato a tutte le parti dell’auto e vanta, tra le tantissime altre cose, due monitor TFT touch screen sulla parte destra (in realtà i monitor sono 4: nell’abitacolo ve ne sono altri due) , esternamente perfettamente uguali a quelli di K.I.T.T. ma in realtà molto più tecnologici del prodotto originale (se li è fatti fare su commissione per poter rispettare le esatte misure e quindi l’estetica della supercar originale!).

Vi è ovviamente anche il navigatore GPS basato su Destinator 7,  e i monitor sono anche collegati a telecamere a infrarossi per guardare all’esterno. Vi sono ancora due webcam all’interno dell’auto: una che inquadra il posto guida per le video chiamate e una che guarda verso l’esterno per le funzioni di sorveglianza a distanza.

Ovviamente qui ho cercato di riassumere tutto quello che c’è alla base di questo progetto davvero spettacolare, ma non ho elencato nemmeno l’1% di tutto ciò che c’è dietro: tutte le informazioni le potete trovare sul sito di Marco Valleggi: http://www.kittsupercar.com/ che merita davvero una visita approfondita.

Il sito è cambiato, non ci sono più riferimenti di Marco Valleggi e pare sia una cosa completamente commerciale, pertanto ho rimosso il link. Pare che Marco ora collabori con American Garage, che realizza repliche e modifiche di automobili famose e ha un canale youtube dove parla di tecnologia ed esperimenti da “maker”.

Personalmente me lo sono “spolpato” fino in fondo perchè sono davvero rimasto affascinato da tutto questo, ma soprattutto dalle idee chiare, dalla manualità e dal modo di lavorare che è davvero degno di un encomio. Bravo!

Le foto in questa pagina sono state prelevate dal sito ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su un social:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Se l'articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, potresti dedicare un minuto a leggere questa pagina, dove ho elencato alcune cose che potrebbero farmi contento? Grazie :)