REV2012 : Settorezero all’universita´ di Deusto

Il REV (Remote Engineering and Virtual instrumentation) è una serie di eventi annuali riguardanti il controllo remoto e la strumentazione virtuale. L’evento, di portata internazionale, è promosso dalla International Association of Online Engineering (IAOE): un’organizzazione non-profit, con sede in Austria, che si propone di incoraggiare e favorire lo sviluppo delle tecnologie OE (Online Engineering) allo scopo di migliorare le condizioni di vita e  di lavoro. Non solo elettronica quindi, ma anche meccanica, meccatronica, robotica, domotica, telecomunicazioni. Le varie discipline sono fuse insieme in maniera da trovare nuove soluzioni e nuove proposte in grado di migliorare la vita e il lavoro attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

La IAOE promuove lo sviluppo tecnologico anche con altre conferenze internazionali tra cui l’ICBL (International Conference on Interactive Computer aided Blended Learning) e l’ IMCL (Interactive Mobile and Computer Learning).

Il REV2012, nona conferenza della serie, si è tenuto quest’anno in Spagna, all’università di Deusto. L’evento è stato supportato da numerosi nomi importanti tra cui, in riferimento al mondo dell’elettronica, Digilent, National Instruments, Agilent Technologies.

Settorezero, nella persona di G. Bernardo, in collaborazione con Digilent e Mirifica, ha avuto l’onore di partecipare, il 05 Luglio, al REV2012 con il progetto, presentato tempo fa sul nostro blog, relativo all’utilizzo del chipKIT™ MAX32 in abbinamento al chipKIT™ Network Shield, per la gestione remota attraverso rete LAN/Internet di IO e sensori analogici (parte 1 / parte 2): un progetto riguardante la domotica, ma non solo, implementato attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie alla portata di tutti.

Il progetto è stato presentato in un’aula dell’università di Deusto (Bilbao) dall’Ing. De Riccardis della Mirifica, dopodichè 11 persone, tra professori e studenti selezionati, hanno testato il sistema embedded contemporaneamente su 11 diverse postazioni attrezzate con schede chipKIT™: il tutto ha funzionato al primo colpo. Questa sessione, a detta dei presenti, ha fatto parte di una delle più visitate del REV2012, probabilmente anche grazie al fatto che si tratta di un sistema molto semplice da implementare, alla portata di tutti ma potenzialmente in grado di realizzare automatismi remoti ad elevato livello di complessità. La sessione difatti è durata un’ora in più di quanto stabilito ed ha soddisfatto tutte le aspettative.

Una enorme soddisfazione per un nome piccolo come “settorezero punto com”, progetto avviato 5 anni fa da un appassionato come tanti, ma che forse può far capire l’impegno, l’amore e il tempo che, chi sta dietro queste pagine, dedica con tutto il cuore a questa materia senza avere pretese e senza nessun obiettivo davanti se non quello di imparare, condividere e costruire insieme a persone con gli stessi ideali e passioni. Con la preghiera che tutti abbiano la possibilità di studiare ciò che più gli è congeniale, qualsiasi esso sia il campo, e che chi davvero contribuisce in questo senso sia sempre menzionato.

Un ringraziamento speciale va agli ingegneri Fabio De Riccardis (Mirifica), Alex Wong (Digilent), Gene Apperson (Digilent) che hanno creduto in me e mi hanno supportato (o meglio: sopportato), e a tutti i miei amici, fratelli e sorelle che da sempre mi spronano a continuare.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su un social:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Se l'articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, potresti dedicare un minuto a leggere questa pagina, dove ho elencato alcune cose che potrebbero farmi contento? Grazie :)